Finanziamento agevolato per le imprese cooperative lombarde

BENEFICIARI

Imprese cooperative, le Cooperative Sociali e i loro consorzi con le seguenti caratteristiche alla presentazione della domanda:

· Essere PMI;

· Avere sede in Lombardia;

· Iscritte all’albo delle società cooperative oppure all’albo regionale delle cooperative sociali;

· Non rientrare nel campo del deminimis;

· Non appartenere alla categoria Cooperative di edilizia e abitazione e non avere codice ATECO primario compreso nella sezione L;

Non avere codice ATECO primario nella sezione A (agricoltura, silvicoltura e pesca).


AMBITI DI INTERVENTO

Quorum di progetto:

· 20.000€ per le Cooperative sociali costituite da non più di 12 mesi;

· 15.000€ per i circoli cooperativi;

25.000€ per tutti gli altri soggetti beneficiari.


INTERVENTI AMMISSIBILI

· Basati su programmi di investimento finalizzati all’avvio, all’ammodernamento e/o al potenziamento del ciclo produttivo;

· WBO, cioè volti alla creazione e allo sviluppo di nuove società cooperative mediante l’acquisizione di un ramo d’azienda o di asset aziendali di un’impresa oggetto di procedura concorsuale costituite da soci, che per almeno il 50% del numero totale alternativamente:

  • Siano stati dipendenti dell’impresa oggetto dell’operazione di acquisizione del ramo aziendale o di asset aziendali della stessa;

  • Siano lavoratori stati in disoccupazione per un totale di 6 mesi nei 3 anni precedenti alla domanda.

COSTI AMMISSIBILI

a) Attrezzature, macchinari, impianti specifici, arredi, veicoli (di categoria N1 o N2, M1 o M2 elettrici puri, ibridi, metano esclusivo e GPL esclusivo e metano e GPL bifuel), colonnine di ricarica per veicoli elettrici;

b) Acquisto o rinnovo licenze software destinati alla produzione ovvero alla gestione del ciclo produttivo, nel limite massimo del 25% delle spese totali ammissibili;

c) Acquisto di immobili;

d) Ristrutturazione e/o adeguamento di immobili;

e) (solo per progetti WBO) acquisto di ramo o asset aziendale di aziende oggetto di procedura concorsuale che rappresentino almeno il 50% delle spese totali ammissibili;

f) Spese per l’affitto dei locali per un valore corrispondente a 12 mesi consecutivi e comprensive di spese condominiali;

g) Servizi di consulenza o servizi equivalenti nel limite massimo del 25% delle spese totali ammissibili;

h) Spese di commissione per garanzie nel limite massimo del 2% delle spese ammissibili;

i) Spese generali pari al 5% delle spese ammissibili.

Le spese tra a ed e devono rappresentare almeno il 70% delle spese totali ammissibili.


OBBLIGHI

La conclusione del progetto deve avvenire entro un massimo di 12 mesi dalla data di provvedimento regionale e di concessione del finanziamento, elevabili a 18 per investimenti di carattere immobiliare.


ENTITÀ DELLE AGEVOLAZIONI

Rientra nel deminimis.

L’agevolazione non è cumulabile con altre agevolazioni concesse per le medesime spese qualificabili come aiuti di Stato.

Finanziamento a medio-lungo termine fino al 70% della spesa complessiva ammissibile.

L’importo del finanziamento richiedibile non deve superare i 350.000€.

Per le cooperative costituite da non più di 12 mesi ed i circoli cooperativi il massimale è di 210.000€.

La durata del finanziamento è compresa tra i 3 e i 5 anni di cui massimo 2 di preammortamento.

Il tasso nominale sarà:

  • 0,1% per le Cooperative sociali e i loro consorzi e per progetti WBO;

  • 0,5% per gli altri soggetti beneficiari.

0 visualizzazioni