top of page

Crediti d’imposta Transizione 4.0

BLOCCO CODICI PER COMPENSAZIONE CREDITI D’IMPOSTA PER INVESTIMENTI TRANSIZIONE 4.0

 

Il Ministero delle imprese e del made in Italy ha sospeso l’utilizzo in compensazione mediante modello F24 per i crediti d’imposta 4.0 nei casi in cui venga indicato come “anno di riferimento” 2023 o 2024 per i codici tributo:

  • 6936 (Credito d'imposta investimenti in beni strumentali nuovi di cui all'allegato ‘A’)

  • 6937 (Credito d'imposta investimenti in beni strumentali nuovi di cui all'allegato ‘B’)

quando l'anno di riferimento è il 2024 per i codici tributi:

  • 6938 (investimenti in ricerca e sviluppo, transizione ecologica, innovazione tecnologica 4.0 e altre attività innovative) ,

  • 6939 (investimenti in ricerca e sviluppo – Misura incrementale per gli investimenti nelle regioni del Mezzogiorno)

  • 6940 (investimenti in ricerca e sviluppo – Misura incrementale per gli investimenti nelle regioni del sisma centro Italia)

 

 

OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE PER LA FRUIZIONE DEL CREDITO D’IMPOSTA 4.0

Con i nuovi decreti legge si impone l’obbligo di inviare delle comunicazioni in relazione al periodo d’investimento:

 

Investimenti a partire dal 30 marzo 2024

Viene prevista obbligatoriamente una comunicazione ex ante al Ministero relativamente a:

  • ammontare complessivo dell’investimento

  • presunta ripartizione negli anni della fruizione del Credito.

Viene poi prevista anche una comunicazione obbligatoria ex post una volta terminati gli investimenti circa l’ammontare effettivo dell’investimento e la relativa fruizione.

 

Investimenti effettuati dal 1° gennaio 2024 al 29 marzo 2024

Nessun obbligo di comunicazione ex ante, ma “solo” di comunicazione ex post circa l’ammontare effettivo dell’investimento e la relativa fruizione

 

Investimenti effettuati nel 2023

La compensabilità dei crediti maturati e non ancora fruiti per gli investimenti 4.0 del 2023, è subordinata alla comunicazione obbligatoria ex post circa l’ammontare effettivo dell’investimento e la relativa fruizione.

Pertanto, si ritiene che finché non sarà emanato il relativo modello di comunicazione, le aziende non potranno utilizzare il Credito in compensazione con il modello F24.

 

 

OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE PER LA FRUIZIONE DEL CREDITO IMPOSTA R&S, INNOVAZIONE E DESIGN

 

Investimenti in attività di R&S, Innovazione e Design a partire dal 30 marzo 2024

Viene prevista obbligatoriamente una comunicazione ex ante al Ministero relativamente a:

  • ammontare complessivo dell’investimento

  • presunta ripartizione negli anni della fruizione del Credito.

  Viene poi prevista anche una comunicazione obbligatoria ex post una volta terminati gli investimenti circa l’ammontare effettivo dell’investimento e la relativa fruizione.

 

Investimenti in attività di R&S, Innovazione e Design dal 1° gennaio 2024 al 29 marzo 2024

Nessun obbligo di comunicazione ex ante, ma “solo” di comunicazione ex post circa l’ammontare effettivo dell’investimento e la relativa fruizione.

2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comentarios


bottom of page