Finanziamento agevolato per migliorare la solidità patrimoniale delle PMI esportatrici


BENEFICIARI

Piccole/Medie (PMI) imprese del territorio nazionale:

• Costituite in forma di società di capitali;

• Aver depositato almeno tre bilanci avendo realizzato in ciascun esercizio un fatturato estero, la cui media sia almeno il 35% del fatturato aziendale totale;

• Avere un Livello di Solidità Patrimoniale (LSP) di ingresso inferiore a 1.60 se industriale/manifatturiera e inferiore a 2.60 se commerciale/servizi.


INTERVENTI AMMISSIBILI

Ai fini del finanziamento è individuato un LSP di riferimento (“livello soglia”) posto uguale a:

• 0,65 per le imprese industriali/manifatturiere

• 1,00 per le imprese commerciali/di servizi.

Tale livello è calcolato sull’ultimo bilancio approvato dall’impresa prima dell’esame della domanda di finanziamento ed è definito “livello d’ingresso”.

L’obiettivo del finanziamento è quello di:

• raggiungere o superare il livello soglia, qualora dall’ultimo bilancio approvato, il livello di ingresso risulti inferiore al livello soglia stesso;

• mantenere o migliorare il livello di ingresso, qualora esso risulti uguale o superiore al livello soglia.

Se il livello di ingresso risulta inferiore al livello soglia l’obiettivo dell’intervento è quello di raggiungerlo o superarlo, se invece il livello di ingresso risulta uguale o superiore al livello soglia, l’obiettivo è di mantenerlo o di superarlo.


ENTITÀ DELLE AGEVOLAZIONI

Finanziamento avente le seguenti caratteristiche:

• Tasso di interesse: concesso ed erogato al tasso di riferimento comunitario;

• Importo massimo: 400.000 € e non superiore al 25% del patrimonio netto dell’ultimo bilancio approvato;

• Erogazione: entro 3 mesi dalla data di stipula del contratto di finanziamento;

• Rimborso: 6 anni, di cui 2 di preammortamento;

• Rimborso a tasso agevolato: pari al 10% del tasso di riferimento UE in caso di raggiungimento degli obiettivi patrimoniali prefissati.

L’erogazione del finanziamento è subordinata alla presentazione delle garanzie deliberate dal Comitato Agevolazioni tra le seguenti:

- fidejussione rilasciata da:

  • banca o compagnia di assicurazioni;

  • confidi/intermediario finanziario convenzionato con SIMEST (elenco consultabile nel Sito di SIMEST);

  • intermediario finanziario affidato da SIMEST (elenco consultabile nel Sito di SIMEST);

- pegno su saldo di conto corrente (cash collateral costituito in pegno);

- altre eventuali tipologie di garanzie, come di tempo in tempo deliberate dal Comitato.

Rientra nel de minimis.

0 visualizzazioni